Pinot nero in Italia? Ecco una declinazione convincente

Pinot nero in Italia? Ecco una declinazione convincente

(foto Samuel Cogliati) “La Valletta” di Michele Loda: persuasivo senza fronzoli di Samuel Cogliati gennaio 2016 Tre cose che non sono certo novità: 1) produrre pinot nero fuori dalle sue rare aree d’elezione non è un’impresa facile; 2) non sono un sostenitore dell’esportazione dei vitigni; 3) a maggiore ragione, non parteggio per l’impianto del pinot fuori dalla madrepatria. Di conseguenza, ammetto di dover compiere uno sforzo per liberarmi il più possibile dai pregiudizi e dalle esperienze pregresse,…

Read More

Champagne Boulard: il vino oltre la liqueur

Champagne Boulard: il vino oltre la liqueur

(foto Samuel Cogliati) Il mailly di Raymond Boulard “base” 2005 alla prova vincente del tempo di Samuel Cogliati settembre 2015 Per molti – molte grandi maison, ad esempio – 6 grammi/litro di liqueur d’expédition sono una misura piuttosto temeraria. L’obiettivo è l’espressione più diretta della materia prima su cui è costruito lo champagne. Per altri questa stessa dose è al contrario eccessiva, e già tende a mascherare l’identità espressiva dell’uva. Il punto è che la questione è…

Read More

Casa Caterina: quel rosé di meunié un po’ osé

Casa Caterina: quel rosé di meunié un po’ osé

(fotografia © Samuel Cogliati) Rosé Antiqué: in Franciacorta un audace metodo classico fuori dal coro. Ed è quasi buona la prima. di Samuel Cogliati giugno 2013 Se Aurelio Del Bono intendeva scegliere un percorso complicato, non ha sbagliato. Al di là dei luoghi comuni e delle mode – più che mai in agguato, in un mondo che per vendere deve stupire ogni giorno – il pinot meunier è e resta un vitigno difficile. Difficile da…

Read More

Franciacorta: quale profilo?

Franciacorta: quale profilo?

(foto Samuel Cogliati) Assaggi sparsi dal festival 2014, tra quesiti, conferme e sorprese. di Giorgio Fogliani giugno 2014 Trentasette cantine, 74 bottiglie. Si presentava così il “Festival Franciacorta a Milano” lo scorso 26 maggio 2014, in uno scenario, il chiostro del museo della Scienza e dalla tecnologia, dei più suggestivi. Grandi e piccoli produttori, tutti con due bottiglie in degustazione (di solito, ma non sempre, un brut sans année e un millesimato più maturo, oppure…

Read More